azero – La rivista per approfondire la progettazione nZEB

“Scoprire” imparando

Discovery Elementary School, Arlington – VA (USA)
19
Dic

Discovery Elementary School, Arlington – VA (USA)

Pensata per far fronte al rapido incremento del numero degli studenti di Arlington, la scuola è stata progettata per dimostrare quali obiettivi è possibile raggiungere con un budget standard – anzi, risparmiando il denaro a disposizione – diventando un modello da seguire per i nuovi edifici scolastici della piccola contea della Virginia. Zero energy, carbon neutral e fonte di energia pulita sono solo tre caratteristiche di questo edificio virtuoso, dove design, sostenibilità e apprendimento si integrano per formare le generazioni del futuro.

Discovery Elementary School è la prima scuola elementare della Arlington Public Schools, dipartimento distrettuale responsabile delle scuole pubbliche della contea, a essere progettata e costruita nel XXI secolo. Come tale essa incarna tutte le caratteristiche di un edificio del nuovo millennio, in primis l’attenzione al risparmio energetico e ai cambiamenti climatici. È la prima e la più vasta scuola a energia zero nella regione del Mid-Atlantic degli Stati Uniti e la seconda struttura climatizzata più grande a energia zero del Nord America, completata al di sotto del budget stabilito e addirittura migliore in termini di efficienza energetica rispetto a quanto previsto a livello di progetto.

Accanto, infatti, all’obiettivo primario di creare un ambiente gioioso e coinvolgente in cui gli studenti non vedevano l’ora di arrivare al mattino e da cui non volevano andarsene a fine delle lezioni, i progettisti hanno ideato un edificio che consuma meno risorse rispetto a fabbricati della medesima destinazione d’uso e dimensione, che porta un reale contributo al benessere degli occupanti, impattando nel contempo il meno possibile sul contesto e sull’ecosistema, e che diventa esso stesso un luogo di apprendimento e di sviluppo.

Per sostenere questo processo di crescita degli alunni, artefici del prossimo futuro, anche il corpo studentesco è stato coinvolto nella predisposizione degli spazi a partire dalla scelta del nome dell’istituto. Esso infatti è un tributo all’astronauta John Glenn che viveva accanto al sito su cui sorge la scuola quando divenne il primo americano a orbitare intorno alla Terra nel 1962; nel 1998, mentre era ancora senatore, Glenn tornò nello spazio come membro dell’equipaggio del navetta spaziale Discovery, diventando la persona più anziana a volare nel cosmo. Discovery Elementary School rappresenta dunque la “scoperta” del futuro per i suoi giovani occupanti.

Fotografie © Alan Karchmer

→ l’articolo continua sul numero 29 di azero