azero – progettare e costruire nZEB

Residenze popolari ex carcere Le Murate

La consegna nel 2004 delle chiavi dei primi alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica realizzati nell’ex carcere delle Murate a Firenze ha segnato l’apertura alla città di un complesso edilizio, da sempre recintato e precluso, di circa 3 ettari di aree edificate e libere in pieno centro storico, a due passi da piazza Santa Croce. Nel novembre 2018 con il completamento definitivo dei 17 nuovi alloggi e.r.p. del quinto lotto dei lavori, l’intervento di rifunzionalizzazione dell’ex complesso carcerario si è quasi concluso.
Si è trattato di una grande operazione di recupero urbano all’interno di uno dei centri storici più famosi al mondo, quello di Firenze appunto, realizzato totalmente dall’amministrazione pubblica con finanziamenti pubblici e gestita, progettata e diretta da tecnici dipendenti pubblici, prima del Comune di Firenze e poi di CASA SpA, con l’obiettivo di restituire ai cittadini quella porzione di città che dalla metà del XIII secolo, prima convento e poi carcere, si era andata modellando come una città nella città, una comunità reclusa in uno spazio precluso ai cittadini liberi.
Tutte le finiture sia delle parti interne che delle parti esterne sono state realizzate con prodotti compatibili con le caratteristiche e il tipo di cromia e finitura dei materiali esistenti, inclusi i nuovi inserimenti di elementi metallici strutturali lungo i ballatoi e i balconcini esterni. Gli alloggi sono provvisti di impianto di riscaldamento autonomo con produzione combinata di acqua calda sanitaria con caldaia a condensazione di tipo murale e di un impianto domotico in grado di ottimizzare l’utilizzo delle apparecchiature presenti, elevando il grado di efficienza energetica di ciascun alloggio. È previsto inoltre lo spegnimento degli apparecchi di illuminazione del soggiorno dopo un certo tempo pre-impostato quando non sono presenti persone nel locale.
Complessivamente si tratta di 90 alloggi di edilizia popolare, spazi per servizi culturali e sociali, un ristorante, un caffè letterario e, soprattutto, un vero e proprio nuovo pezzo di città, integrato, vissuto e con un importante presidio, in pieno centro storico, di residenza popolare.


Ubicazione: Firenze
Progettisti: arch. Vincenzo Esposito (RUP), arch. Rosanna De Filippo, arch. Marco Barone, geom. Stefano Cappelli – CASA S.p.A.
Strutture in c.a.: ing. Lorenzo Panerai – CASA S.p.A.
Impianti meccanici a base di gara: ing. Dimitri Celli – CASA S.p.A.
Impianti elettrici a base di gara: p.i. Mauro Bossoli – CASA S.p.A.
Acustica: geom. Stefano Cappelli – CASA S.p.A.
Sicurezza: geom. Gabriele Labardi – CASA S.p.A.