azero – progettare e costruire nZEB

Frontemare

L’intervento “Frontemare” consiste nella trasformazione di un edificio esistente in una struttura residenziale e a uso uffici di alto livello, confermando e mantenendo attiva l’attività commerciale al piano terra. La configurazione finale rappresenta un’articolata sopraelevazione di un fabbricato originariamente produttivo, realizzata secondo un percorso interno mosso ed elaborato con suggestivi affacci verso l’esterno. Questo ha consentito di controllare la dimensione degli appartamenti, progettando inoltre una ventilazione naturale che ne migliora la fruibilità e le prestazioni energetiche.
È stato possibile ottenere l’adeguamento sismico dell’esistente senza interrompere l’attività commerciale a piano terra. I due nuovi livelli, destinati a funzioni residenziali innovative (“Atelier casa-lavoro”), utilizzano la conformazione dell’originaria copertura come matrice compositiva, la quale viene disaggregata e ricomposta per dare origine a un edificio sostanzialmente nuovo ma che richiama forme localmente esistenti. Le strutture verticali e i solai sono in legno, con tamponamento/copertura in lastre a secco, ottime coibentazione e inerzia termica. I fronti, realizzati come facciata ventilata, sono rivestiti da pannelli in alluminio a doppia aggraffatura.
L’approvvigionamento di acqua calda sanitaria viene garantito da scambiatori/recuperatori interni alle pompe di calore e le coperture accolgono pannelli fotovoltaici.
“Frontemare” è un edificio classificato “nZEB”.


Ubicazione: Portoferraio (LI)
Progettisti: arch. Paolo Fabbro – Studio Fabbro Architetti & Associati
Strutture legno: ing. Michele Gabiccini
Strutture acciaio: ing. Simone Giannullo
CSP e CSE ai sensi del DLgs 81/2008: ing. Paola Pizzi
Termoidraulica: arch. Andrea Salvietti