azero – progettare e costruire nZEB

Recupero Attico Roma

Roma / Studio Archlab-Adriana Labella

Il recupero architettonico dell’attico romano muove dalla ricerca di inedite assonanze della casa con l’ambiente naturale e si coniuga al miglioramento energetico della stessa. Ventilazione naturale, raffrescamento passivo e controllo solare sono le strategie fondamentali per il contenimento energetico e un alto livello di comfort.
La ventilazione naturale è il fil rouge della nuova organizzazione funzionale. Una sintonia dentro-fuori permea la casa: la connessione con il verde contribuisce al comfort microclimatico. Il progetto procede per sottrazione: la “stanza a cielo aperto” amplia la vivibilità del terrazzo e libera gli spazi interclusi. Il raffrescamento passivo è garantito dal cool roof, con membrana vegetale bianca ad alta riflettività e isolamento naturale che, determinando la diminuzione delle temperature interne, aumenta il comfort degli ambienti, riduce il carico energetico estivo anche dell’edificio ed evita l’effetto “isola di calore”. La parete ventilata lignea, a sostegno della tenace bouganville, trasfigurando l’unico fronte verticale, assume con un ruolo significativo nella ricerca del comfort abitativo. Il controllo solare è garantito dai vetri selettivi degli infissi e dall’ombreggiamento a micro-lamelle integrato e ispezionabile e, all’esterno, dai vetri selettivi della tettoia.
L’approccio bioedile nella scelta esclusiva di materiali naturali ed ecocompatibili, riciclati, riciclabili e innovativi, unitamente alle strategie adottate, contribuisce al contenimento energetico e a un alto livello di comfort nonché alla riduzione dei carichi ambientali.


Progettisti: Studio Archlab-Adriana Labella