azero – progettare e costruire nZEB

La casa di canapa

Cavezzo, Modena / OFICINA – Servizi Tecnici

La ricostruzione post sisma di una vecchia ex casa colonica mediante la realizzazione di “una casa in legno, che non ci viene addosso quando torna il terremoto …”, è stata la richiesta della proprietà, che è stata interpretata non progettando un prefabbricato in legno, bensì progettando una ricostruzione fedele dell’edificio – dov’era, com’era e, possibilmente, meglio di com’era – riproponendo il sistema costruttivo a telaio in legno massiccio. I tamponamenti sono massivi e performanti e sono costituiti da canapa italiana miscelata con calce idrata e cocciopesto, tecnica già sperimentata nella realizzazione della prima casa in canapa in Italia a San Giovanni in Persiceto. È dunque una casa naturale, ma confortevole, sicura e a basso impatto ambientale.
I materiali utilizzati sono infatti i seguenti: struttura portante a telaio in legno massiccio di produzione Italiana; tamponamento, realizzato con un impasto di canapulo di canapa Italiana, calce idrata e cocciopesto; intonaci in calce e argilla; isolanti in pannelli di fibra di canapa italiana. Dal punto di vista impiantistico l’edificio presenta un impianto di riscaldamento a pavimento/parete a bassa temperatura con sistema a pompa di calore, abbinato a un impianto fotovoltaico e solare termico. Il comfort interno all’edificio è garantito, oltre che dagli isolamenti massivi, anche dal sistema di ventilazione naturale combinato con il controllo del soleggiamento e dell’ombreggiamento.
La canapa e lacalce, oltre a rappresentare un ottimo isolante termo-acustico, sono un regolatore termo-igrometrico naturale: infatti 280 m3 di canapa e calce corrispondono a circa 30.000 kg di CO2 equivalente stoccata. Dall’APE risulta un valore di solo 4,08 kg/m2 anno di CO2, che moltiplicato per i 220 m2 della casa dà 898. Se suddividiamo 30.000/900 il risultato che ne consegue – 33,333 anni – ci informa che la CO2 emessa durante i prossimi 30 anni sarà interamente bilanciata da quella stoccata dall’impasto di canapa e calce della costruzione. La classe energetica raggiunta è A4.


Progettisti: geom. Olver Zaccanti – OFICINA – Servizi Tecnici
Progetto strutturale e impiantistico: ing. Luigi Rivoli – studio ing. Luigi Rivoli