progettare e costruire nZEB

IMPIANTO A FOGLIA

2
Dic

Radiante a basso spesso per ristrutturare

Riscaldamento e raffrescamento con impianti radianti rappresentano ormai la soluzione di pregio nel panorama delle ristrutturazioni edilizie e del recupero degli immobili. I sistemi a radiatori e i tradizionali condizionatori ad aria, anche se meno invasivi nell’installazione iniziale, negli anni hanno mostrato il loro limite in un’ottica di risparmio energetico e di raggiungimento di un livello di comfort al passo con i tempi.
Tra i principali sistemi radianti vi è il tradizionale sistema monotubo a pavimento, a cui negli ultimi anni si è accostato l’impianto monotubo da controsoffitto. Sicuramente la soluzione a soffitto è meno invasiva rispetto a quella a pavimento, nonostante ciò presenta potenze limitate e spessori di poco inferiori a 10-15 centimetri, controsoffitto incluso.

Nelle ristrutturazioni, quando l’immobile ha soffitti molto alti, 15 centimetri non sono rilevanti; in caso contrario persino un singolo centimetro fa la differenza. Nell’ipotesi in cui l’altezza non sia un problema si considera la questione che mette in discussione l’adeguatezza delle coibentazioni; quindi è necessario un sistema che assicuri un’elevata potenza, condizione per la quale spesso viene escluso un radiante a soffitto monotubo. La richiesta dunque viene soddisfatta da una soluzione che risponda sia a limitati spessori che a un’elevata potenza termica (in piena condizione di benessere) e l’Impianto a Foglia RRI risolve in maniera eccellente entrambe le problematiche.
Il sistema a Foglia necessita di un solo centimetro di spazio per l’inserimento dell’impianto radiante, e può essere coperto da un leggero strato di rasatura oppure da cartongesso.

Si consiglia spesso di inserire un isolante dello spessore di tre centimetri per limitare la dispersione del radiante verso l’alto. Questa soluzione impegna solo 4 centimetri e rappresenta la scelta più sottile e performante del mercato. Performante perché la particolare geometria del pannello, che consente di avere un interasse delle tubazioni di un solo centimetro (contro i 5-6 cm di un sistema del tipo monotubo spirale), permette di avere una superficie di scambio ideale, raggiungendo così rese termiche notevolmente superiori rispetto ad un sistema tradizionale radiante monotubo.

Se vuoi approfondire questo e altri benefici dell’Impianto a Foglia iscriviti al prossimo corso on-line di progettazione di RRI; trovi qui il link.

news segnalata da RRI

APPROFONDISCI