azero – La rivista per approfondire la progettazione nZEB

Olanda tropicale

Hotel Jakarta, Amsterdam (NL)
2
Set

Hotel Jakarta, Amsterdam (NL)

Un Hotel Jakarta a quattro stelle che si trova sull’Isola di Giava sembrerebbe un’ovvietà, se non fosse che la struttura in questione si trova ad Amsterdam, nel quartiere di Java-Eiland, per la precisione sulla punta di quest’isola creata artificialmente alla fine del XIX secolo nella zona orientale del porto della capitale olandese. Da qui partivano le navi dirette proprio nel Sud-est asiatico dove, all’epoca, i Paesi Bassi avevano le loro colonie (le Indie Orientali Olandesi corrispondevano praticamente all’odierna Indonesia).

La storia dell’Hotel inizia nel 2014, quando la città di Amsterdam indice un concorso per la realizzazione di un edificio a funzione ricettiva sulla punta di Java-Eiland che avesse però al contempo forti caratteristiche pubbliche e sostenibili. Il gruppo WestCord Hotels, assieme allo studio SeARCH, entrambi olandesi, convince dunque l’amministrazione comunale che il loro progetto è quello che al meglio rappresenta le istanze avanzate, vincendo il primo premio e aggiudicandosi la realizzazione dell’hotel. Una struttura ibrida fatta di cemento armato, legno, acciaio e vetro è oggi visibile sulla punta di Java-Eiland con una forma che segue il lotto triangolare su cui sorge, libera da impedimenti visivi sui due lati che guardano verso l’acqua.

Con i nove piani della sua parte nord-ovest, mentre il corpo a nord-est ne conta solo cinque, l’edificio è il più alto della zona. La facciata continua, prevalentemente in vetro, collega le diverse altezze e permette, a chi si trova al suo interno, di godere di ampie vedute sul canale IJ. Eppure il cuore del manufatto architettonico, e ciò che dà in parte senso anche al nome dell’Hotel, è il grande atrio centrale con il suo giardino subtropicale. Oltre alle circa 200 stanze, l’Hotel alloggia uno spazio pubblico dinamico e vario con bar, ristoranti, una panetteria, angoli caffè, un centro benessere e luoghi per attività culturali, tutti costruiti attorno all’atrio. La progettazione e la manutenzione di questo grande spazio verde, che completa la serie di giardini già presenti sull’isola, sono il risultato di una collaborazione con l’Hortus Botanicus – uno dei giardini botanici più antichi del mondo – e con il Royal Tropical Institute, un istituto indipendente che si occupa di progetti di sviluppo, ricerca scientifica e formazione, entrambi con sede ad Amsterdam.

Il fabbricato, oltre ad aver ottenuto la certificazione BREEAM con un rating di Excellent, raggiungendo un punteggio di 71,81%, sta raccogliendo dalla sua apertura, avvenuta a giugno 2018, una serie di premi nazionali e internazionali, tra cui quello del World Architecture Festival 2018, nella sezione “Hotel and Leisure”.

Fotografie ©SeARCH

→ l’articolo continua sul numero 32 di azero