azero – progettare e costruire edifici a energia quasi zero

29
Apr

Casa unifamiliare in Romania

È difficile al giorno d’oggi trovare delle porzioni di foreste primarie con un ecosistema allo stato originario all’interno di aree urbanizzate; eppure tale è il sito su cui sorge questa casa passiva dal profilo semplice ed estremamente sostenibile per la scelta dei materiali impiegati nella sua realizzazione. La sfida per gli architetti è stata infatti quella di creare un volume che, per forma e orientamento, massimizzasse i guadagni solari e la luce naturale, ma che si adattasse alla foresta, armonizzandosi delicatamente con la morfologia del terreno. Per raggiungere questo obiettivo, l’edificio è stato collocato sulla parte più alta della proprietà, sfruttando, in questo modo, anche le vedute sull’intero bosco circostante e sul paesaggio all’orizzonte.

vista da sud

Nel ricercare il profilo ottimale per adeguarsi al luogo, e a un piccolo avvallamento del terreno, il volume parallelepipedo del fabbricato si flette verso il basso e si apre, slittando verso est e ovest, per permettere alla luce di entrare e di illuminare gli spazi più nascosti. Ulteriori finestre a triplo vetro e a tutta altezza si aprono a sud, dando luce ai corridoi di collegamento tra le due ali della casa e alla scala centrale.

c12

La casa è organizzata attorno a uno spazio centrale vetrato, una sorta di serra-corte interna che costituisce il cuore dell’edificio e che, con la lunga rete appesa al solaio del primo piano e alla struttura di copertura, diventa luogo ludico per i bambini – ma anche per gli adulti – durante i rigidi inverni della regione di Suceava, nel nord della Romania, oltre che spazio di collegamento.

ground floor

la pianta del piano terra

primo piano

la pianta del primo piano

Il tappeto erboso, le pareti e la copertura vetrata che la delimitano danno la sensazione di essere all’esterno pur rimanendo all’interno dell’abitazione; uno spazio completamente dipendente dalla natura circostante e influenzato da essa. Lo spazio al piano terra è totalmente aperto e quasi privo di porte. La dilatazione spaziale prosegue, seppur meno accentuata, anche al piano superiore dove è ospitata la zona notte.

passerella

Per integrare completamente la residenza nella foresta è stato realizzato un tetto verde e un rivestimento esterno in doghe verticali in legno di cedro non trattate che mantengono le loro caratteristiche perfino nel rigido clima della regione di Suceava…

⇒ l’articolo continua nel numero 16 di azero

Lascia un commento