azero – progettare e costruire edifici a energia quasi zero

danimarca
12
Mar

Edificio commerciale in Danimarca

Soddisfare i criteri di Passivhaus e realizzare un edificio Energy Plus: sono questi gli obiettivi ambiziosi posti da Syd Energi, il terzo fornitore di energia elettrica della Danimarca, per la sua nuova sede (11.000 m² di superficie), un fabbricato che sorge su un’area tra campagna e città, accanto al più grande landmark del paese scandinavo “Lyshøjen”.

danimarca1

La struttura si caratterizza per il volume compatto, un cilindro dalla copertura inclinata che, grazie alla particolare posizione panoramica, si apre a 360° sul paesaggio circostante spaziando visivamente dal Mare del Nord fino all’entroterra. La solidità e la robustezza della forma cilindrica sono mitigate dai lunghi nastri delle aperture vetrate e dall’ampio atrio centrale con copertura trasparente che fornisce luce naturale e ariosità agli spazi interni; nella hall una struttura composta da scale e passerelle, quasi un elemento scultoreo, consente di raggiungere i piani superiori dove spazi di lavoro individuali o collettivi, aree meeting e relax si fondono in un grande open space circolare.

danimarca2

All’ultimo piano l’area panoramica, la lounge e un’ulteriore zona meeting si aprono su oltre 1000 m² di tetto giardino e su una passeggiata panoramica intorno all’edificio riparata da un paramento ad anello di alluminio e vetro.

danimarca5

La collaborazione costante tra progettisti, appaltatore e committente, fin dalle prime fasi progettuali, ha permesso di definire le strategie energetiche adottate: strutture termicamente attive e con grande inerzia termica, facciate continue dalle elevate prestazioni termiche, protezioni solari interne (vista l’impossibilità di un’installazione esterna a causa della forte velocità del vento nella zona).

danimarca3

Per riscaldare e raffrescare l’edificio, il complesso sistema impiantistico si compone di una serie di macchine ed elementi integrati nella struttura, che si giovano del recupero di calore dagli uffici, dai bagni e dal locale server. Per quest’ultimo, che ha un consumo di energia primaria maggiore dell’intero edificio, sono state effettuate simulazioni specifiche al fine di individuare la migliore soluzione possibile. Geotermia, pompe di calore e chiller integrano il sistema impiantistico mentre le 1950 celle fotovoltaiche installate in copertura consentono di ottenere un Energy Plus Building. (…)

foto | SE
disegni | GPP Arkitekter

⇒ l’articolo continua sul numero 12 di azero

Lascia un commento