azero – progettare e costruire edifici a energia quasi zero

agenzia ambiente
3
Mar

Edificio per uffici a Bruxelles (Belgio)

All’interno di uno dei distretti oggetto del più grande e importante rinnovamento di Bruxelles – il sito Tour&Taxis – trova posto la nuova sede dell’ente governativo per l’ambiente e l’habitat, il Leefmilieu Brussel (Brussels Environment). L’area di progetto, che deve il suo nome ai fondatori del sistema postale belga (la famiglia Von Thurn und Tassis) e che ha costituito un importante hub di trasporto alla fine del 19° secolo per la presenza di vie d’acqua e di impianti ferroviari, è destinata a diventare un modello di rigenerazione urbana sostenibile il cui obiettivo è attrarre nuovamente la popolazione lungo le banchine del canale Havenlaan.

foto Leon Van Woerkom

foto Leon Van Woerkom

 

Per iniziare questo programma “col piede giusto”, la regione di Bruxelles ha deciso di lanciare un progetto pilota, il Brussels Environment per l’appunto, localizzandolo in questa parte di città e far divenire la stessa sede e il quartiere un riferimento nazionale e internazionale per la costruzione di edifici efficienti e sostenibili, date le ambiziose linee guida per la sostenibilità emanate dall’Agenzia per l’ambiente. Il design del nuovo fabbricato, sito accanto ai grandi edifici storici della Royal Depot e della Shed-halls, è diventato già durante la costruzione un’icona facilmente riconoscibile a sottolineare, ancora una volta, il piano di riqualificazione che si estende a tutta l’area.

brussels1

foto Yvan Glavie

L’edificio è caratterizzato da un volume molto compatto, con una pianta sviluppata a U e i vari livelli affacciati sull’atrio centrale che riflette l’ampia piazza adiacente diventando una continuazione dello spazio pubblico esterno. I diversi livelli arretrano progressivamente lungo i sette piani adeguandosi alla curvatura della copertura che si prolunga nella facciata. Una scalinata rivestita di legno corre sul lato ovest dell’atrio, diventando un’estensione delle gradinate dell’adiacente auditorium separato da una vetrata e caratterizzato da sedute (415 ) di diverso colore.

brussels4

foto Leon Van Woerkom

A est risalta un’ulteriore scala continua a cascata che si integra con le gallerie aperte sull’atrio e ne incoraggia l’utilizzo al posto degli ascensori. Una serie di patii digradanti arricchiti da alberature offrono una generosa visuale dell’ambiente circostante.

brussels3

foto Leon Van Woerkom

I due piani più bassi accolgono anche un centro visite dedicato ai temi dell’ecologia, una biblioteca multimediale, un centro conferenze e un ristorante che serve menù organici per i dipendenti dell’Agenzia e per i fruitori esterni. Gli uffici, collocati sopra le aree pubbliche a partire dal terzo piano, sono degli open space adattabili alle differenti tipologie di lavoro e organizzati grazie a circa 900 m² di divisori in legno di ciliegio americano. Al terzo piano c’è anche un laboratorio per l’effettuazione di prove e test. (…)

foto | Leon van Woerkom; Yvan Glavie

⇒ l’articolo continua sul numero 17 di azero

Lascia un commento